Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookies Policy

Istituto Comprensivo Lodi Terzo

Sicurezza a scuola

spilloNorme di comportamento anti-COVID

Si pubblicano le Norme di comportamento per il rientro a scuola in sicurezza, documento deliberato nel Collegio docenti del 22 ottobre 2020.

spilloProntuario delle regole anti-COVID

Si pubblica il prontuario delle regole da seguire al fine di contenere il rischio da contagio da virus COVID- 19.

spilloProtocollo di sicurezza Covid 19

Prontuario generale delle regole comportamentali anti-Covid e integrazione specifica per le famiglie.
Integrazione al patto di corresponsabilità d’istituto per emergenza Covid19.
 
Versione del 31/08/2020
Protocollo d’intesa e linee operative per garantire l’apertura dell’a. s. 2020/2021.
 
Versione aggiornata del 18 maggio 2020
Covid 19, Protocollo dell’IC Lodi Terzo
Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3
Allegato 4
Allegato 5
Allegato 6
Modulo_rilevazione_temperatura
 
Versione del 4 maggio 2020
Covid 19, Protocollo dell’IC Lodi Terzo

spilloGiornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, a.s. 2019/2020

giornata nazionale per la sicurezza nelle scuolel’art. 1, comma 159, della Legge 107/2015 è stata istituita la Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole.
In questo anno scolastico il 20, il 21 e il 22 novembre 2019 si promuovono in tutte le scuole attività per infondere negli studenti, ma anche nel personale, la “cultura della sicurezza”.
L’Istituto parteciperà a questo evento con la sensibilizzazione degli studenti da parte dei docenti riguardo il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro.
Per tutte le informazioni si consiglia di leggere:

spilloRegolamento sicurezza, a.s. 2019/2020

Si pubblica il regolamento interno in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del DLGS 81/08 e normativa successiva.

spilloLa sicurezza nella scuola e il ruolo del preposto

La sicurezza nelle scuole è affidata a varie figure professionali: tra le più importanti vi è quella del preposto che rappresenta l’anello di congiunzione fra quanto previsto dalla legge sulla prevenzione del rischio e le attività scolastiche.

Nella scuola la sicurezza degli insegnanti e degli studenti dipende:
– dal sistema organizzativo messo in atto dal dirigente scolastico
– dall’adeguatezza della scuola
– dalle indicazioni fornite dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (Rspp) e dai preposti

La sicurezza è affidata, con responsabilità diverse, ad ogni lavoratore della scuola, sia insegnanti sia personale Ata, che devono avere cura della sicurezza di tutte le persone che occupano l’ambiente scolastico, segnalando eventuali pericoli al preposto o al Dirigente Scolastico.

Nella scuola sono presenti diverse tipologie di preposto.

Preposti di fatto

Sono considerati preposti di fatto, le seguenti figure professionali:

  • Il Dsga (direttore dei servizi generali ed amministrativi): sovrintende il lavoro del personale amministrativo e sorveglia che il lavoro d’ufficio sia svolto conformemente al piano delle attività e alle procedure di sicurezza indicate dal Rspp sul Documento di Valutazione dei Rischi (Dvr) della scuola
  • il Vice Preside e il Responsabile di Plesso: sovrintendono il lavoro del personale docente in servizio nel plesso scolastico.
    Verificano che l’attività didattica si svolga conformemente al regolamento della scuola e al piano delle attività didattiche approvato dal Collegio Docenti.
    Inoltre vigilano affinchè le varie attività didattiche siano svolte conformemente a quanto prescritto dal Documento di Valutazione dei Rischi (Dvr) della scuola
  • i responsabili dei laboratori e delle palestre: il ruolo di preposto si esplica nella sorveglianza dell’attività didattica svolta dagli studenti che frequentano i laboratori.
    Il ruolo di preposto nelle palestre scolastiche è svolto dall’insegnante di Scienze Motorie che è responsabile della sicurezza dei propri studenti

Il preposto, relativamente al proprio campo di competenza, deve:

  • vigilare, perchè i singoli lavoratori o studenti adempiano ai loro obblighi di legge, nonché alle disposizioni della scuola in materia di salute e sicurezza sul lavoro. In caso di inadempienza e persistenza delle inosservanze, deve tempestivamente informare il Dirigente Scolastico
  • verificare che solo i lavoratori autorizzati o che abbiano ricevuto adeguata formazione, accedano alle zone soggette a rischio
  • in situazioni di emergenza, deve fare in modo che siano osservate le misure di sicurezza e in caso di pericolo, grave e immediato, deve coordinare gli insegnanti e gli studenti, affinché abbandonino la scuola, o si allontanino dalle zone pericolose
  • astenersi dal riprendere le lezioni in situazioni in cui persiste un pericolo grave ed immediato (salvo eccezioni debitamente motivate)
  • segnalare al Dirigente Scolastico e al Rspp ogni situazione di pericolo di cui venga a conoscenza, sulla base della formazione ricevuta
  • frequentare corsi di aggiornamento e formazione previsti dalla legge [Art. 37 D.Lgs 81/08]
    Traduci la pagina
    ItalianoEnglishFrançaisDeutschNederlandsEspañolPortuguêsالعربيةРусский
    Servizi dell’Istituto

    google apps

    registro online

    circolari per famiglie

    link alla pagina modulistica per i genitori

    parla con noi

    messa a disposizione

    pago in rete

    Fiori all’occhiello

    centro territoriale di supporto di lodi

    unicef

    attività sportiva

    progetto erasmus plus

    piano nazionale scuola digitale

    stop al bullismo e al cyberbullismo

    dislessia mica

    il consiglio degli studenti